Martedì, 14 Luglio 2020 11:26:06
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

Saldi estivi 2020, le nuove date decise dalla Regione: 1/8 - 26/9

logoLa Giunta Regionale con DGR n. 13-1539 del 19.6.2020 ha fissato la data di decorrenza dei saldi estivi al 1/8/2020 modificando la precedente data
Il Comune di Nichelino ha emanato l'ordinanza n. 109 del 26.6.2020 dove viene stabilito il nuovo periodo dei saldi estivi anno 2020 come segue:
Vendite di fine stagione estive: 1 agosto 202026 settembre 2020.


Secondo le comunicazioni regionali rimane ferma l'applicazione dell'Art. 14 bis della L.R. 12 Novembre 1999, n. 28 ed smi,
nei trenta giorni che precedono la data di inizio delle vendite di fine stagione non è consentito lo svolgimento delle vendite promozionali aventi
ad oggetto articoli di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo”,
fatta eccezione per le “vendite promozionali effettuate sottocosto”.

Secondo la nota della Regione Piemonte n. 1025/DB16.7 del 23,1,2012, la sanzione di cui all'art. 22 del dlgs 114/98 è applicabile solo
nel caso in cui il commerciante abbia utilizzato nel messaggio pubblicitario al comsumatore la dicitura “promozione”.
Non rilevano ai fini della sanzione l'utilizzo di messaggi quali “prezzi pazzi”, “occasioni”, “sconti alla cassa”…..
Si precisa che, ai sensi dell’Art. 14 c. 3 della Legge Regionale 12 Novembre 1999 n. 28, l'esercente che intende effettuare la vendita di fine stagione
deve renderlo noto con cartello apposto nel locale di vendita ben visibile dall'esterno, almeno tre giorni prima della data prevista per l'inizio delle vendite,
indicando il periodo di svolgimento e l'osservanza delle modalità di svolgimento della vendita di fine stagione stabilite dal comune a tutela dei consumatori
Si fa presente che, ai sensi dell’Art. 15, comma 3, della succitata Legge Regionale,nelle vendite di liquidazione e di fine stagione nonché nelle vendite promozionali
o nella relativa pubblicità è vietato l’uso della dizione ‘vendite fallimentari’ come pure ogni riferimento a ‘fallimento’, ‘procedure fallimentari’,
‘esecutive’, ‘individuali’ o ‘concorsuali’ e simili, anche come termine di paragone”.
Inoltre, ai sensi dell’Art. 15, comma 5, del D.Lgs. 31 Marzo 1998 n. 114,“lo sconto o ribasso effettuato deve essere espresso in percentuale
sul prezzo normale di vendita che deve essere comunque esposto”.
Si avverte altresì che l’attività deve essere comunque svolta nel rispetto delle disposizioni del Codice dei Consumatori, approvato con D.Lgs. 6 Settembre 2005, n. 206.
 
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTA SULLA PUBBLICITA':
Ai sensi dell'art 13 del vigente regolamento sulla pubblicità comunale è soggetto al pagamento dell'imposta pubblicità la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso
forme di comunicazione visiva o acustica in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tale luoghi percepibile.
Sono pertante soggette al pagamento dell'imposta sulla pubblicità anche quelle effettuate dagli esercizi commerciali ubicati nei centri commerciali.
Ai sensi dell'art 11 c. 1 lett. c) del vigente regolamento non è richiesta l'autorizzazione comunale per l'esposizione di locandine pubblicitarie (es: messaggi
pubblicitari o vetrofonie) sulle vetrine di locali aperti al pubblico anche se visibili dall'esterno.
Per l'esposizione dei messaggi pubblicitari e vetrofonie sulle vetrine dei negozi occorre presentare una comunicazione al concessionario abaco spa indicando:
- dati anagrafici e piva della ditta o società che intendende esporre il messaggio pubblicitario
- il negozio dove verrà esposto il messaggio
- la via di esposizione del messaggio
- il periodo di esposizione
- la dimensione di ogni messaggio pubblicitario
- il numero totale dei messaggi per ciascuna dimensione e per ciascuna vetrina
- la descrizione del messaggio pubblicitario (es. "saldi al 20% "; "occasioni")
allegare eventualmente una fotografia o progetto della vetrina allestita.
 
la dichiarazione va inviata a soc. Abaco spa:
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel: 335/6439643 in orario dal lunedì al venerdì 10.30 - 12.30.

Bookmark and Share