Sabato, 24 Febbraio 2018 20:45:51
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

20/1, Superga: Dante secondo Covatta

covattaAppuntamento con Giobbe Covatta, e “La Divina Commediola”, il 20 gennaio, alle ore 21.00, al Teatro Superga. Come per i vangeli perduti, un giorno – ma in una discarica e non in una grotta – viene rinvenuto il manoscritto di una versione apocrifa e incompleta de l'“Inferno”, firmata da tal Ciro Alighieri e che capovolge la tradizione classica del capolavoro dantesco.

Innanzitutto la lingua utilizzata evoca più i suoni, la forma e i modi partenopei anziché quelle del toscano volgare e del dolcestilnovo. Inoltre, l'inferno di Ciro è un luogo di detenzione destinato alle vittime e non, invece, ai vari peccatori. E sono i bambini a essere “ospitati”, ovvero i più deboli, incapaci di difendersi e senza conoscenza dei propri diritti. A guidare il viaggiatore è, inoltre, un Virgilio bambino. Dunque, nel suo consueto stile ironico e pungente, Covatta affronta abilmente un tema drammatico e lancia il suo personale urlo contro tutte le forme di violenza attuate nei confronti dei più piccoli e in difesa di tante infanzie e adolescenze violate. Una bella metafora per ricordare a tutti il significato degli autentici valori e della cultura del rispetto, in particolare nei confronti di chi non ha ancora strumenti sufficienti per farsi valere. Sono stati in tanti ad aver rivisitato, con risultati alterni, il testo di Dante, ma Covatta ne prende spunto per un monologo senza appelli, capace di far sorridere, di far pensare e di trasmettere anche la profonda umanità dell'autore stesso. Di e con Giobbe Covatta
Produzione Papero e Mismaonda. Platea: Intero € 23 - Ridotto € 21 - Bambini € 12 / Galleria: Intero € 18 - Ridotto € 16,5 - Bambini € 12. Per gli spettacoli del cartellone principale sono stati riservati 30 biglietti a 10 € per i ragazzi under18 residenti a Nichelino che presenteranno al momento dell’acquisto un documento d’identità che attesti residenza ed età. La biglietteria (piazzetta Macario) è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle 19.00 - tel. 011.6279789 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.teatrosuperga.it

Bookmark and Share