Sabato, 6 Marzo 2021 06:28:42
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

18/2: Nichelino e Braghin, patto di amicizia

braghin manifestoOrmai da un decennio la nostra città e Braghin (Bielorussia) vivono, grazie all'impegno dell'associazione San Matteo Onlus e dell'Amministrazione Comunale, una profonda esperienza di solidarietà, amicizia e di scambio. Il 18 febbraio, una delegazione della cittadina bielorussa verrà accolta a Nichelino per festeggiare il decennale, con un programma di iniziative che avrà il suo culmine con la firma del Patto Ufficiale di Amicizia.

La città bielorussa si trova in un'area che ha pesantemente risentito delle tragedia nucleare di Chernobyl (da cui dista solo 30 chilometri). La popolazione ha subito gli spaventosi effetti della radioattività con i bambini particolarmente esposti a gravi danni per la salute. Questo decennio ha visto momenti importanti e significativi come la visita a Braghin dei nichelinesi, nel 2009, per l'inaugurazione del nuovo centro per i genitori (finanziato dalla Regione Piemonte) e la ristrutturazione dei bagni e della mensa di una scuola (finanziata dalla Città di Nichelino). Ma l'iniziativa più importante ed emozionante, a cadenza annuale, rimane quella dell'accoglienza a Nichelino, nel mese di luglio, di un gruppo di bambini di Braghin, organizzata dall'Associazione San Matteo Onlus e dalla Città di Nichelino. I ragazzi vengono ospitati in famiglie che offrono la loro disponibilità e vengono coinvolti in svariate esperienze: campi estivi, sport, gite e visite

Grazie a questi soggiorni, la radioattività di cui sono vittime i bambini diminuisce del 50 per cento – spiegano in Comune – e in questi anni la solidarietà e la disponibilità della città hanno portato il sorriso e momenti di gioia ai bambini di Braghin. Si sono, inoltre, stabiliti dei forti legami di affetto tra le famiglie e i giovanissimi ospiti. La firma del Patto sancisce in maniera più profonda questo legame e apre le porte ad altre prospettive di collaborazione e di scambio”.

L'amicizia e la solidarietà fra i popoli – aggiungono a Palazzo Civico – è il tratto distintivo della cultura europea e, in particolare della nostra. Nichelino è sempre stata protagonista di gesti e progetti di solidarietà e fratellanza. L'esperienza con Braghin, suggellata dalla firma del Patto, è il segno di una continuità e di una scelta etica e culturale per noi irrinunciabile”.

Ma ecco il programma delle iniziative previste in occasione della visita dei nostri amici bielorussi.

Venerdì 17 febbraio, alle ore 20,45, concerto al teatro Superga, della banda “G. Puccini”, dedicato al decennale di amicizia (ingresso libero).

Sabato 18 febbraio, alle ore 11.00, nella sala Mattei (Palazzo Comunale – piazza di Vittorio, 1) firma del Patto di Amicizia con le autorità cittadine, la delegazione bielorussa e i responsabili dell'Associazione San Matteo Onlus.

Sempre il 18, alle ore 20.00, “Cena del Cuore”, presso il salone della Parrocchia Madonna Fiducia (piazza Aldo Moro, 2). Il ricavato della cena (offerta libera minima 18 euro) verrà utilizzato per l'accoglienza dei bambini a luglio e per sostenere la scuola di Krasnoe e la casa famiglia di Braghin. Info e e prenotazioni: 347 3728841 oppure 329 2093601 (entro il 15 febbraio).

Bookmark and Share