Domenica, 19 Novembre 2017 00:30:01
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

Nichelino chiede di ripristinare la scorta al testimone di giustizia Pino Masciari

 

Pino MasciariLo scorso 27 marzo 2015 il Ministero dell’Interno ha revocato la scorta all’imprenditore calabrese Pino Masciari, cittadino onorario di Nichelino, che dal 1997 si trovava sotto il programma di protezione dei testimoni per aver subito pressioni, estorsioni, attentati e minacce di morte da parte dell'Ndrangheta. Masciari nel 1994 aveva denunciato i fatti di mafia di cui era stato testimone.

Il sindaco di Nichelino Angelino Riggio, l’assessore alla Legalità Diego Sarno, e tutta la Città di Nichelino, chiedono l’immediato ripristino della scorta a Masciari che oggi vive in Piemonte, territorio in cui l’Ndrangheta è da tempo una realtà radicata, come dimostrano le inchieste Albachiara e Minotauro. Nel prossimo consiglio comunale nichelinese verrà presentato dai capigruppo di maggioranza, e votato, un ordine del giorno indirizzato al Presidente della Repubblica e al Ministro dell’Interno per chiedere di riammettere Pino Masciari nel programma di protezione testimoni di cui usufruiva fino al 26 marzo.

Bookmark and Share