Martedì, 1 Dicembre 2020 19:14:01
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

Andrea Appendino, canottiere nichelinese, protagonista della regata di Amsterdam

cip2015 100315 Z4Q6472 sul PoIl nichelinese Andrea Appendino fa parte dell’equipaggio di canottaggio torinese “8+ Open mind” che ha partecipato nel weekend 14 – 15 marzo alla 43° Amsterdam Heineken regata. Si tratta del primo equipaggio al mondo composto interamente da atleti con disabilità intellettive.

L’annuale regata olandese ha visto al via oltre 400 equipaggi, più di 3800 atleti provenienti da Europa e Stati Uniti. Gli atleti che compongono l’“8 + Open Mind” sono tutti della società Canottieri Armida: Matteo Bianchi, Manuel Vaccaro, Alessandro Rossi, Matteo Bongiovanni, Giovanni Rastrelli, Umberto Giacone, Lorenzo Sforza ed Andrea Appendino. Sono seguiti dai tecnici Filippo Cardellino (Can. Armida) e Federico Vitale (Can. Cerea) sotto la supervisione del tecnico federale Cristina Ansaldi. Dopo Amsterdam, l’equipaggio sarà impegnato a Torino il 19 aprile per la 2° regata regionale e il 10 maggio alla “Torino Rowing Cup 8+”. Per i migliori ci sarà la possibilità di vestire la maglia azzurra ai Global Games, le Olimpiadi per gli atleti con disabilità intellettivo-relazionale, che si terranno in Ecuador a settembre. Nichelino fa il tifo per Andrea.

amsterdam  Z4Q6799 x Sgarroamsterdam  Z4Q7178 x SGARRO

Bookmark and Share