Lunedì, 19 Novembre 2018 15:27:32
CookiesAccept

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.Leggi il documento e-Privacy della Comunità Europea

Ufficio Stato Civile

L´ordinamento dello stato civile è disciplinato da ultimo dal D.P.R. 3 novembre 2000 n.396
 
L´ordinamento dello stato civile, disciplinato da ultimo dal D.P.R. 3 novembre 2000 n.396, ha l´ importante funzione di consentire l´ individuazione dello status della persona in seno a due ambiti sociali: lo Stato e la famiglia.
 
Funzioni di stato civile:

  • ricevere, per mezzo di dichiarazioni verbali, riprodotte per iscritto nei registri e/o negli archivi informatici,
  • oppure di atti scritti, annotati o trascritti nei registri stessi, la documentazione essenziale che descrive quel determinato complesso di eventi;
  • conservare tale documentazione, perché dai fatti ed atti da essa rappresentati la persona trae la titolarità di specifici e particolari diritti e obblighi verso lo Stato e verso gli altri consociati; rilasciare, a chi vi abbia interesse, le relative certificazioni.
  • Il valore probatorio di tale documentazione fa fede fino a querela di falso.

Un´ altra funzione essenziale del servizio pubblico dello stato civile è quella di garantire l´ attualità della documentazione in modo che essa sia continuamente aggiornata rispetto alla persona. Ciò comporta il collegamento sistematico tra atti e fatti diversi ma successivi l´ uno all´ altro per consentire il costante ed immediato adeguamento alla realtà della documentazione in oggetto.
 
Formazione degli atti di stato civile

La formazione degli atti dello stato civile può avvenire in tre modi:

  • Per iscrizione: registrazione degli atti ricevuti direttamente dall´ ufficiale dello stato civile che tiene i registri;
  • Per trascrizione: la registrazione che ha per oggetto gli atti ricevuti da altro pubblico ufficiale o emessi da altra autorità;
  • Per annotazione: una registrazione accessoria ad altro atto già registrato.


I compiti dell´ ufficiale dello stato civile:

  • formare, archiviare, conservare e aggiornare tutti gli atti dello stato civile e curare, nelle forme previste, la trasmissione dei dati al centro nazionale di raccolta di cui all´ att. 10, comma 2, Iett. d dello stesso regolamento;
  • trasmettere alle PPAA che ne fanno richiesta in base alle norme vigenti gli estratti e i certificati che concernono lo stato civile, in esenzione da ogni spesa;
  • rilasciare, nei casi previsti, gli estratti e i certificati che riguardano lo stato civile;
  • verificare, per le PPAA che ne fanno richiesta, la veridicità dei dati contenuti nelle autocertificazioni prodotte dai cittadini in tutti i casi consentiti dalla legge.

Imprese Pompe Funebri - Albo Ditte cittadine

Ai sensi dell'Art. 6 comma 2 del Decreto del Presidente della Giunta regionale 8 Agosto 2012, n° 7/R - in riferimento all'Art. 5 comma 5 L.R. 15/2011, di seguito si invia la lista delle Ditte cittadine che hanno presentato domanda e sono risultate idonee all'offerta del servizio, per la pubblicazione sul Sito del Comune.

  • - ABA SAS di Ioffrida Salvatore & C. - via Stupinigi n° 15 Tel. 011/6274646;
  • - LA PIRAMIDE DUE SNC - Leg. Rappr. Venturino Giuseppe - via Giusti n° 17 Tel. 011/680745;
  • - POMPE FUNEBRI SOLA SNC di Moschini Dante e Gianpaolo  P.zza Barile n° 5 Tel 011/6809050;
  • - SAN MATTEO DI BERTOTTI GIANPIERO - via Torino n° 16/B Tel. 011/6820253

 

Orario apertura Cimitero

Orario invernale dal  07/11 AL 31/03
8.00 - 16.30 dal martedì al venerdì continuato
8.00 - 12.00 e 14.00 - 16.30 il sabato, la domenica ed i giorni festivi
8.00 - 12.00 il lunedì

Orario estivo dal  01/04 AL 06/11
8.00 - 17.30 dal martedì al venerdì continuato
8.00 - 12.00 e 14.00 - 17.30 il sabato, la domenica ed i giorni festivi
8.00 - 12.00 il lunedì
Nei giorni di Capodanno, Ferragosto e I Maggio chiusura completa.
Nei giorni di Natale e Pasqua apertura 8.00 - 12.00

Pubblicazioni matrimonio

Le pubblicazioni di matrimonio precedono obbligatoriamente il matrimonio (sia civile che concordatario) e devono essere richieste presso l'ufficio di Stato Civile almeno 2 mesi prima della data fissata per il matrimonio. Alla richiesta deve essere consegnato, debitamente compilato, il modello "pubblicazioni di matrimonio" con allegata la fotocopia del documento di identità di entrambi gli sposi. Se il matrimonio è concordatario (religioso) occorre presentare anche la richiesta del parroco. La documentazione può essere presentata anche solo da uno dei due sposi; l'ufficiale di Stato Civile fisserà un appuntamento (dopo circa un mese) al quale dovranno presentarsi entrambi gli sposi per la sottoscrizione del verbale. Se entrambi gli sposi risiedono nel Comune di Nichelino occorre portare anche una marca da bollo da Euro 16.00; se invece uno dei due risiede in un altro comune, occorreranno due marche da bollo da Euro 16.00. I cittadini stranieri devono presentare il "nulla osta" al matrimonio rilasciato dalla sede italiana del competente consolato straniero e legalizzato dalla Prefettura di Torino (salvo convenzioni di esenzione). Il cittadino straniero che richiede la pubblicazione deve conoscere la lingua italiana, in caso contrario è necessaria la nomina di un interprete che dovrà essere presente il giorno della sottoscrizione delle pubblicazioni e del matrimonio (se celebrato in forma civile).

icon modello pubblicazioni

Matrimoni civili: sedi, costi e orari

I matrimoni civili vengono celebrati presso la Sala Consiglio di piazza Camandona nei seguenti giorni e orari:

  • martedì e giovedì alle ore 10.00, 11.00 e 14.00;
  • sabato alle ore 10.00 e 11.00.

Se entrambi gli sposi non risiedono a Nichelino, la celebrazione del matrimonio è soggetta al pagamento di Euro 300.00.

E' possibile, inoltre, nel terzo week end di ogni mese, celebrare il matrimonio di:

  • sabato pomeriggio (dalle ore 15.00 alle ore 18.00) con il pagamento di Euro 400.00 (con almeno uno dei due sposi residente) ed Euro 500.00 (se gli sposi non sono residenti);
  • domenica mattina (dalle ore 9.00 alle ore 11.30) con il pagamento di Euro 500.00 (con almeno uno dei due sposi residente) ed Euro 600.00 (se gli sposi non sono residenti).

Inoltre, i matrimoni civili possono essere celebrati anche presso:

  • il "Castello di Nichelino", da aprile a ottobre,con il pagamento di Euro 700.00 (con almeno uno dei due sposi residente) ed Euro 800.00 (se gli sposi non sono residenti);
  • la "Cascina Ordine Mauriziano" nella frazione di Stupinigi con il pagamento di Euro 500.00 (con almeno uno dei due sposi residente) ed Euro 600.00 (se gli sposi non sono residenti).

 

Separazioni e divorzi consensuali

Da oggi si possono definire le pratiche in Comune, presso l’Ufficio di Stato Civile. Infatti, con l’entrata in vigore del Decreto Legge n.132/2014 convertito in legge n.162 del 10/11/2014,

è possibile – per i coniugi che intendono separarsi/divorziare consensualmente o modificare le precedenti condizioni di separazione/divorzio o negoziare tra loro un accordo – recarsi innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile (art. 12) con l’assistenza facoltativa dell’avvocato. Si può richiedere questa procedura solamente in assenza di figli minori o di figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti. Con l'entrata in vigore della legge 6/5/2015 n. 55, è possibile definire nell'accordo di separazione consensuale o di divorzio, il pagamento di una somma (assegno di mantenimneto - assegno divorzile). Non è invece consentito prevedere altre forme di trasferimento patrimoniale (casa e altre utilità economiche)

Il Comune competente a ricevere la sottoscrizione può essere quello di:

  • - celebrazione del matrimonio civile;
  • - celebrazione del matrimonio religioso;
  • - trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (tra due cittadini italiani o uno italiano e uno straniero);
  • - residenza di uno dei coniugi.

Con la legge 6/5/2015 n. 55 (Divorzio breve), vengono variati i termini per l'accordo di divorzio che potrà essere richiesto dopo sei mesi dalla data di separazione consensuale. Resta fermo il requisito della mancata interruzione in quanto la separazione dovrà essersi "protratta ininterrottamente".

Il  costo della pratica ammonta a 16 Euro.

Fasi dell’accordo:

  • -  prenotazione di appuntamento e compilazione di dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del DPR n. 445/2000 (la dichiarazione è scaricabile dal sito www.comune.nichelino.to.it);
  • -   il giorno dell’appuntamento entrambi i coniugi si dovranno presentare innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile per la sottoscrizione dell’accordo, con ricevuta di versamento di Euro 16,00 effettuato presso la Tesoreria della banca Unicredit SPA di via Torino n. 188 – Nichelino
  • -         l’Ufficiale dello Stato Civile darà un nuovo appuntamento – da fissare oltre i 30 giorni dal 1° appuntamento –  per la conferma dell’accordo sottoscritto.

La mancata comparizione equivale a mancata conferma dell’accordo.

icon DICH SEPARAZIONE

icon Dichiarazione sostitutiva di divorzio (27 kB)

Unioni Civili

Procedura da seguire:

la richiesta (in marca da bollo da euro 16,00) comporta la redazione di un verbale nel quale dovrà essere indicato, di comune accordo con l’ufficio, il giorno in cui verrà resa la dichiarazione di costituzione dell’unione civile. Se una delle parti (o entrambe) è di cittadinanza straniera dovrà essere presentata dichiarazione da parte del proprio consolato straniero in Italia riguardante il mancato impedimento secondo la legge del proprio stato di appartenenza all’unione civile tra persone dello stesso sesso .

Nei giorni successivi alla richiesta, l’ufficio procederà alla verifica dell’esattezza delle dichiarazioni rese dalle parti circa gli impedimenti all’unione (gli impedimenti sono elencati nella legge sopra indicata)

Le parti - il giorno stabilito per la dichiarazione dell’unione civile - dovranno presentarsi presso l’ufficio di Stato Civile alla presenza di due testimoni.

La dichiarazione di unione civile può avvenire (a scelta delle parti) presso l’ufficio di Stato civile o presso la Sala Consiglio (piazza Camandona) nei seguenti giorni e orari:

  • martedì e giovedì alle ore 10.00, 11.00 e 14.00;

  • sabato alle ore 10.00 e 11.00.

Se entrambe le parti non risiedono a Nichelino, la dichiarazione è soggetta al pagamento di Euro 300.00.

E' possibile, inoltre, nel terzo week end di ogni mese, dichiarare l’unione civile il:

  • sabato pomeriggio (dalle ore 15.00 alle ore 18.00) con il pagamento di Euro 400.00 (con almeno una delle parti residente) ed Euro 500.00 (se entrambe le parti non sono residenti);

  • domenica mattina (dalle ore 9.00 alle ore 11.30) con il pagamento di Euro 500.00 (con almeno una delle parti residente) ed Euro 600.00 (se entrambe le parti non sono residenti).

Bookmark and Share