Consiglio Comunale dei Ragazzi

  • Stampa

altCome nascono i consigli comunali dei ragazzi

Durante l’anno internazionale dell’Infanzia svolto nel 1979, nascono per la prima volta in Francia i Consigli Comunali dei Ragazzi (CCR). In Italia i primi CCR sono nati con atti volontari dei Sindaci che hanno raccolto l’invito dell’Unicef ad attivarsi in tal senso, secondo il principio per cui il Sindaco è il “Difensore Civico dei Bambini”.
In Piemonte, nel corso degli ultimi anni, decine di comuni hanno attivato il CCR. La collaborazione tra insegnanti delle scuole e amministratori comunali ha permesso ai ragazzi, attraverso l’istituzione del CCR, di raggiungere obiettivi importanti per la loro crescita sperimentando i valori della partecipazione.
Il 5 Dicembre del 2008 presso la sede del Consiglio Regionale del Piemonte si è svolta la cerimonia di presentazione del primo Registro dei Consigli Comunali dei Ragazzi al quale hanno aderito circa 70 comuni tra quelli censiti.
Il registro è stato firmato congiuntamente dai Sindaci dei Comuni e dai Sindaci dei CCR alla presenza del Presidente del Consiglio e dell’Assessore all’Istruzione della Regione Piemonte.
I progetti e le iniziative realizzati dal Consigli Comunali dei Ragazzi sono una grande ricchezza per tutto il territorio regionale.

E Nichelino……?

Il 28 Novembre 2005 viene approvato il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi, motivato dalla volontà dell’Amministrazione Comunale di favorire un’idonea crescita socio-culturale dei giovani.
Il 26 Gennaio 2006 si insedia ufficialmente il 1° Consiglio Comunale dei Ragazzi della Città di Nichelino.
Da quella data 3 sono stati i Consigli Comunali dei Ragazzi che si sono succeduti ogni due anni.


Obiettivi

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha funzioni propositive da esplicare attraverso proposte, richieste d’informazioni nei confronti degli organi comunali, su temi e problemi che riguardano l’attività amministrativa di Nichelino.
Inoltre è uno strumento utile agli adulti per conoscere e approfondire il punto di vista dei ragazzi sulla città e sui programmi di sviluppo.
Per partecipare al Consiglio Comunale dei Ragazzi non è ammessa alcuna discriminazione per cultura, religione, lingua, ripudiando così il razzismo e l’intolleranza e mettendo in essere ogni mezzo per invocare esplicitamente l’uguaglianza, la solidarietà, la libertà e la fratellanza.
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.


Progetti

    Progetto “In lista per la pista”
che prevede la realizzazione di una pista da skatet inaugurata il 7 ottobre 2007.
Realizzazione del progetto “La scuola che vorrei” che prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti nelle scuole. Il progetto ha visto la realizzazione sulla base degli stanziamenti preposti per le modifiche più urgenti nelle scuole.

•    Realizzazione e vendita di un calendario messo in vendita per la raccolta fondi a favore del “Progetto Gomel” istituito per la ristrutturazione di alcune parti dell’Ospedale Centrale della città di Gomel (Bielorussia).
Visita e scambio di esperienze con il CMJ (Consiglio dei giovani) e CME (Consiglio dei bambini) di Caluire et Cuire, città francese in Provincia di Lione, nell’ambito delle manifestazioni organizzate per il gemellaggio con Nichelino.

 Partecipazione al Concorso organizzato dal Consiglio Regionale del Piemonte avente come oggetto: l’ideazione del logo per l’evento del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha presentazione 34 bozzetti riuscendo a piazzarsi al 2° posto ricevendo una menzione speciale.

 Raccolta firme (per un totale di 2023) da abbinare alla richiesta di spostamento di orario di passaggio del Bus 39 davanti alle scuole Erasmo da Rotterdam e Maxwell.

Pillole di legalità – Uso consapevole della rete -

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi produrrà materiali di propria elaborazione per sensibilizzare, promuovere e diffondere i principi della legalità e dell'uso consapevole della rete

· Si cercherà di raggiungere i seguenti obiettivi:

· Il principio della legalità

·Cultura e  educazione alla legalità

·Solidarietà e giustizia

·Democrazia e rispetto delle minoranze

·I valori dell’accoglienza, dell’inclusione, del dialogo, della solidarietà e dell’interculturalità

·Sicurezza nella navigazione in internet

·Uso consapevole dei social network (face book, Twitter, Youtube ecc..)

·Proprietà intellettuale ed uso di materiale libero

·Salvaguardia della Privacy

 Il progetto è terminato con la realizzazione di due videoclip

"LA COLLABORAZIONE" presentato alla cittadinanza e alle scuole il 13 nevembre 2014 presso il teatro Superga alla presenza del Dott. Luciano Violante che ha rsposto a domande poste dagli studenti sulla sua esperienza nella lotta alla mafia.

"USO CONSAPEVOLE DELLA RETE" distribuito nelle scuole

il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha partecipato in qusti anni al 1° e  al  2° Raduno Regionale dei CCR del Piemonte svolti rispettivamente a Vicoforte (2014) Castelnuovo Don Bosco (2015)


 


Composizione

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi in carica è composto da 24 studenti delle scuole: De Amicis – A. Manzoni – S. Pellico – Don Milani – M. Della Resistenza – G. Rodari  - M. Polo -

Sindaco

·      CRITELLI GIULIA

Consiglieri

·        PRATICO' ANTONINO

·        PANIZZO THIMOTY

·        POLESE GRETA

·        ZANARDI GIULIA

·        COPERTINO LORENZO

·        CURCETTI GAIA

·        SALADIN RACHELE

·        ANGELO DE GRANCESCO

·        SODANO ANDREA

·        RODELLA CHIARA

·        BOZ LUCA

·        MENDOLIA FABRIZIO

·        PIAZZA SIMONE

·        BOULES ILARIA

·        CAMPO VALENTINA

·        GRISERI CHRISTIAN

·        CARDILLO ANDREA

·        BIASIOL ELENA

·        GIOVANDITTI EMMA

·        ANDOR ALESSANDRO

·        PASTORELLO ANTONY

·        MILONE DANIELE

·        EL MOURJANI EDEM


Regolamento in fase di modifica
 

Bookmark and Share